Set Fotografico Food Blog

Se hai un food blog o possiedi un ristorante, una pizzeria, una pasticceria, un agriturismo, un b&b, una rosticceria, una frutteria ecc…fotografare le tue ricette e pubblicarle sul tuo sito web e i tuoi canali social network preferiti è di vitale importanza per la tua attività! Tramite la semplice condivisione di foto e ricette puoi stabilire un contatto diretto e duraturo con la tua clientela e permetterle di entrare un po’ alla volta, gradualmente, nel tuo mondo. Fai sì che questa esperienza sia più colorata e profumata possibile! :) Condividi il tuo lavoro! Sfamaci anche con gli occhi :)
Da qui nasce l’esigenza di ricavarsi un piccolo spazio fisico sul posto di lavoro per mettere in piedi un vero e proprio set fotografico.
Se lo spazio non ti manca, l’ideale è progettare un set fisso, non troppo distante dalla cucina, che ti permetta di scattare le foto agevolmente e velocemente ogni volta ne avrai l’occorrenza. Quindi, nella migliore delle ipotesi, avrai un bel tavolo dedicato su cui poggiare i piatti appena sfornati, un cavalletto e una buona macchina fotografica digitale reflex.
La luce è molto importante e tentare di ricreare un buon effetto al chiuso, attraverso un sapiente uso di lampade varie, può essere dispendioso e complicato per i non esperti. Il mio consiglio perciò è quello di sfruttare la luce solare. Meglio dunque, se possibile, collocare il proprio set fotografico in terrazzo, in veranda, vicino a una grande finestra/vetrata o in giardino, purché al riparo in qualche modo dalle intemperie.
Per scattare le foto dei piatti che a breve popoleranno la sezione Ricette di Vegangame, io mi sono arrangiata con quello che avevo.
Per iniziare senza molte pretese va bene! :) Inoltre mi piace quel tocco di “fatto in casa” che contraddistingue le foto fatte in autonomia, con impegno ma prive di quel fastidioso senso di finto, patinato.
Gli “ingredienti” del mio set fotografico sono dunque: un tavolo pieghevole in legno color naturale, un pannello paravento a tre ante e a motivo floreale, un piatto moderno tinta unita (verde acido), posate in acciaio inox, tovaglie e tovaglioli vari, una macchina fotografica compatta digitale e un lettore di card per trasferire le foto dalla memoria SD al computer.
Nel mio caso, la scelta del paravento si è rivelata molto importante per filtrare la luce diretta del sole e per poter sfruttare il giardino di casa senza che si veda in foto.
La parte più divertente di questo lavoro da food reporter? Scegliere il tavolo o la tavola d’appoggio, la location, i piatti, i bicchieri, le posate, le tovaglie e tovagliette…più adatte al proprio brand e con i giusti contrasti tra chiaro e scuro!
Vi lascio riflettere con questo video molto ispirato di Chef Martino Beria! <3 Alla prossima!

Parte del mio lavoro mi vede impegnato come fotografo! Adoro pensare i piatti come se fossero già delle foto impaginate :-)

Posted by Chef Martino Beria on Venerdì 27 marzo 2015

Puoi seguire Vegangame sul tuo social network preferito:

Facebook, Pinterest, Instagram, Twitter, Google+

o tramite Newsletter

5€ in regalo per te su www.cibocrudo.com utilizzando il codice 220MS

L'autore

Martina Sepi

Fondatrice e blogger di Vegangame.it, si occupa di temi legati al piacere di essere vegan. Perché possiamo conquistare il mondo divertendoci!

E-mail | | Sito web